Impianto Compostaggio di Aielli

L’impianto di compostaggio di Aielli: la linea qualità

E’ un sistema industriale di trattamento dei rifiuti finalizzato ad incrementare la quantità di materiale avviato a riutilizzo ed a ridurre il quantitativo da destinare a discarica. Progettato nel rispetto delle vigenti normative nazionali e comunitarie, con l’utilizzo delle migliori tecnologie disponibili sul mercato, opera su due linee di lavorazione completamente distinte:
  1. Compostaggio delle matrici organiche differenziate (FORSU) con produzione di compost di qualità (linea di qualità);
  2. Separazione meccanica dei rifiuti urbani e stabilizzazione della matrice organica con produzione di FOS (linea tal quale).
La linea di produzione prevede dopo la prima fase di miscelazione del materiale in ingresso, la stabilizzazione aerobica all’interno di biocelle in cemento; seguono una terza fase di maturazione in aia ed in ultimo la vagliatura/raffinazione del prodotto finito. Il “compost” ottenuto potrà essere utilizzato come ammendante e/o fertilizzante organico per applicazioni agronomiche, liberamente commerciabilizzabile ed impiegabile in tutti i settori agricoli, florovivaistici e paesistici.

L’impianto è autorizzato alla gestione di 25.000 tonnellate/anno di rifiuto organico e verde da raccolta differenziata (AIA 14/10 del 31-12-2010 e successive varianti non sostanziali), ma la modularietà della struttura rende possibile, all’occorrenza, l’ampliamento della linea di qualità a scapito di quella riservata al rifiuto tal quale. L’intero ciclo di lavorazione si svolge in ambiente chiuso e nell’impianto, grazie all’utilizzo di sistemi tecnologicamente avanzati per il trattamento dell’aria di processo, si limita al minimo qualsiasi impatto esterno.

Attraverso l’attivazione dell’impianto di compostaggio Aciam S.p.A. sarà in grado di implementare nuovi sistemi di raccolta differenziata presso utenze domestiche, commerciali ed industriali dei Comuni soci di scarti di cibo e avanzi di cucina, sfalci d’erba, fogliame e potature derivanti dal giardino, residui di lavorazioni agroindustriali, prodotti agricoli deteriorati o invenduti.

Grazie ad un protocollo operativo sottoscritto nel dicembre 2008 da Aciam S.p.A., Regione Abruzzo e C.I.C. (Consorzio Italiano Compostatori), è stato messo a punto un sistema di certificazione di prodotto per l’assegnazione al compost di Aielli del Marchio di qualità “Compost Abruzzo“, come garanzia per l’utilizzo nelle attività di concimazione dei terreni.

Articoli nella sezione